Nani dei Sette Mari

Dopo il diluvio, i nani si sono ritrovati in una situazione singolare: i loro tesori sono rimasti al sicuro nelle alte montagne dove costruiscono le loro cittadelle, ma le loro miniere più remunerative sono state quasi tutte allagate. Contrastando il loro odio per le navi con il loro amore per le profondità, i nani hanno sviluppato per primi i sottomarini. Grazie a questa innovazione, sono diventati sempre più ricchi saccheggiando le città sommerse dei tempi dell’impero.

La più importante roccaforte nanica è l’Isola Incudine e Martello, dove sono stati sviluppati i primi forgiati.

Nani dei Sette Mari

Isole & Pirati DemonPirate